Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
2 novembre 2013 6 02 /11 /novembre /2013 10:47

L'idea della triarticolazione sociale di Rudolf Steiner non impedisce al singolo l'accumulo di capitale, come invece predica Pietro Archiati (alias Archiagottlieb) nel suo comunismo acefalo e proveniente dal comunismo giuridico di J. Gottlieb Fichte: "L'idea della triarticolazione - scrive Steiner - non vuole impedire l'accumularsi dei capitali nelle mani dei singoli, perché riconosce che con ciò verrebbe meno anche la possibilità di porre le facoltà di questi singoli al servizio sociale della collettività" (R. Steiner, "I punti essenziali della questione sociale", pp.171-172). 

 

La percezione della realtà è un problema culturale purtroppo ancora irrisolto e bloccato (in quanto oscurato) già a partire da Kant, la cui cosiddetta “rivoluzione copernicana” in campo gnoseologico portò solo al “vorrei ma non posso” di essa, che rimase pertanto a metà, e danneggiata di molto.

Archiagottlieb è un personaggio da me inventato su basi reali dell’odierna sedicente società antroposofica, evocati anche nel mio sito “Nereo Villa Opere” e in alcuni miei video.

Si presume che chi frequenta questo  sito non giochi con le parole come Pietro Archiati, o come Gottlieb Fichte, che concepiva l’“intelletto” come “fissazione”, solo perché in tedesco “Verstand”, “intelletto”, ha in radice lo “stehen” di “stare”... una vera superficialità etimologica questa... Con la stessa superficialità si potrebbe infatti sostenere che il “caimano” è parente dell’“umano” in quanto in italiano ha in sé la “mano”. Ma ecco le parole reali di Fichte: “L’intelletto è intelletto semplicemente NELLA MISURA IN CUI qualcosa è fissato in esso, e tutto ciò che è fissato è fissato soltanto nell’intelletto” (“Der Verstand ist Verstand, bloß insofern etwas in ihm fixiert ist; und alles, was fixiert ist bloß im Verstande fixiert”, Johann Gottlieb Fiche, “Fondamento dell’intera dottrina della scienza”, Ed. Bompiani, Milano 2003, pp. 444-5).

Oggi 2 novembre è la festa dei morti ma anche la festa per la rivalutazione della facoltà di rappresentazione umana. Chi è convinto che il soggettivo rappresentare non conduca alla realtà, e vive questa convinzione fino in fondo, si accorge della via d'uscita possibilke "grazie al riconoscimento dell'errore a cui essa conduce" (R. Steiner, "La conoscenza del mondo", cap. 5° de "La filosofia della libertà").

Chi conosce l'Opera di Rudolf Steiner e la sua idea di organismo sociale può accedere a questo sito con tranquillità.

Questo sito è per chi, avendo a cuore la verità, ricerca in sé la risoluzione di problemi filosofici come quello della percezione, o del percetto, o del concetto, ecc., risoluzione che comporta non logica intellettualistica o eristica da quattro soldi come quella di Pietro Archiati, ma logica di realtà. Tutti possono parteciparvi.

Accorgendomi che l’antroposofia sta diventando ciò che non è: un business propositivo del comunismo giuridico di Fichte, ritorno a scrivere qui per smascherarne gli affaristi, e per salvare dall’inganno coloro che, ignari, si affidano alla massoneria della sedicente società antroposofica.

Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : Blog di creativefreedom
  • Blog di creativefreedom
  • : Musicista, scrittore, studioso di ebraico e dell'opera omnia di Rudolf Steiner dal 1970 ca., in particolare de "La filosofia della Libertà" e "I punti essenziali della questione sociale" l'autore di questo blog si occupa prevalentemente della divulgazione dell'idea della triarticolazione sociale. http://digilander.libero.it/VNereo/
  • Contatti

Link