Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
1 marzo 2012 4 01 /03 /marzo /2012 17:10

porcona-bufala.gif[da R. Steiner, "La scuola NON di Stato”, 4ª conf. di Zurigo del 28/10/1919; Titolo originale: "La vita culturale: arte, scienza e religione. L'educazione come arte sociale" - A cura di Nereo Villa]

 

E per quanto riguarda la vita religiosa: con quale diffidenza e con quale critica sprezzante viene accolto dalle comunità religiose ogni tentativo intrapreso in ambito scientifico-spirituale di fare ingresso nella realtà dello spirito, come quello di cui si parla qui! Per quale motivo?

 

Oggi la gente non si rende affatto conto del vero motivo. Dai nostri centri ufficiali, da una scienza che si vuole attenere unicamente al mondo sensibile esteriore, apprendiamo come si debba giustificare in maniera apparentemente oggettiva il fatto che solo così è possibile che sorga una scienza autentica e rigorosa. Per chi conosce l'evoluzione storica dell'umanità le cose non stanno affatto in questo modo.

 

Per chi conosce l'evoluzione storica dell'umanità le cose stanno altrimenti: nel corso dell'era moderna - in effetti SEMPRE PIÙ A PARTIRE DAGLI ULTIMI SECOLI - LE COMUNITÀ RELIGIOSE HANNO RECLAMATO IL MONOPOLIO IN CAMPO DI ANIMA E SPIRITO, CONFERENDO VALIDITÀ SOLTANTO A QUELLE OPINIONI A CUI L'UMANITÀ POTEVA CREDERE PERCHÉ AUTORIZZATA DA LORO [il maiuscolo è mio - nota del curatore].

 

E sotto l'influsso di queste pretese monopolistiche, gli scienziati hanno tralasciato di occuparsi d'altro che non di realtà sensibili esteriori, e al massimo hanno cercato di penetrare nell'ambito spirituale con alcuni concetti astratti. Credono di farlo per amore dell'oggettività della scienza, e non sospettano minimamente di farlo sotto l'effetto del MONOPOLIO DELLA CONOSCENZA circa l'anima e lo spirito da parte delle confessioni religiose.

 

Quello che per secoli è stato loro proibito, oggi viene dichiarato dagli scienziati come una necessità oggettiva per la loro esattezza, per la loro obiettività. Così si spiega che, non avendo le comunità religiose sviluppato ulteriormente la comprensione del mondo animico e spirituale, ma essendosi limitate a conservare delle vecchie tradizioni, nella ricerca di nuove vie verso l'anima e lo spirito per mezzo di nuovi modi di pensare si veda un elemento ostile alla religione, mentre questo modo di ricerca e queste nuove vie dovrebbero essere considerati i suoi migliori amici.

 

Dovremo parlare in primo piano di queste tre sfere - arte, scienza e religione -, poiché la scienza dello spirito a orientamento antroposofico si prefigge come suo compito una rifondazione di questi tre campi. Per spiegarvelo, devo spendere qualche parola sulla vera natura di questa scienza dello spirito.  

Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : Blog di creativefreedom
  • Blog di creativefreedom
  • : Musicista, scrittore, studioso di ebraico e dell'opera omnia di Rudolf Steiner dal 1970 ca., in particolare de "La filosofia della Libertà" e "I punti essenziali della questione sociale" l'autore di questo blog si occupa prevalentemente della divulgazione dell'idea della triarticolazione sociale. http://digilander.libero.it/VNereo/
  • Contatti

Link